22/02/2010

ALLEGATO XVII D.LGS. 81/2008 MODIFICATO DAL D.LGS. 106/2009: LA VERIFICA DELL’IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI


Una novità molto importante introdotta dal D.Lgs. n. 106/2009 è la modifica dell’allegato XVII del D.Lgs. n. 81/2008 riguardante la verifica dell’idoneità tecnico professionale delle imprese e dei lavoratori autonomi (cfr. allegato 1).

Già prevista con modalità assai blande nel D. Lgs. n. 494/1996, era stata una delle novità del D. Lgs. n. 81/2008 con un notevole impatto per committente, imprese e comuni a causa della notevole quantità di documentazione cartacea che si doveva richiedere, produrre e trasmettere.

Benché tale verifica fosse ad un livello più formale che sostanziale, imponeva ad alcune aziende di provvedere almeno a quegli adempimenti di base del sistema prevenzionistico quali la nomina dei soggetti principali (RSPP, RLS, addetti emergenze), la formazione di base e la valutazione dei rischi.

Oggi, con il “correttivo”, l’Allegato XVII è stato profondamente modificato: i documenti da richiedere alle imprese si sono drasticamente ridotti, mentre nessuna riduzione è stata prevista per i lavoratori autonomi.

Fra le novità è da sottolineare l’aggiunta del punto 1 che obbliga le imprese affidatarie ad indicare al committente o al responsabile dei lavori almeno il nominativo del soggetto o i nominativi dei soggetti della propria impresa, con le specifiche mansioni, incaricati per l’assolvimento dei compiti di cui all’articolo 97 del D. Lgs. 81/2008.

Sicuramente positiva è la precisazione, contenuta nel punto 2 lettera d, che i lavoratori autonomi sono tenuti alla presentazione degli attestati inerenti la propria formazione e la relativa idoneità sanitaria solo nei casi in cui formazione e idoneità sanitaria siano per essi espressamente previste, chiarendo quindi definitivamente come non tutti i lavoratori autonomi del settore edile hanno i medesimi obblighi di formazione e sorveglianza sanitaria dei lavoratori subordinati.

Novità anche per quanto riguarda gli obblighi dei datori di lavoro delle imprese affidatarie: il punto 3 infatti specifica che, in caso di sub-appalto, dovranno verificare l’idoneità tecnico professionale dei sub appaltatori con gli stessi criteri previsti al punto 1 dell’allegato XVII e dei lavoratori autonomi con gli stessi criteri previsti al punto 2 del medesimo allegato.

A cura di: Ing. Roberto ORIGLIA